Il Castello di Carrouges

Il Castello di Carrouges con i suoi sette secoli di storia è uno dei manieri più affascinanti della Normandia. Così, dopo aver cercato su Google Maps e scoperto che da casa distava solo 25 minuti in macchina, sono salita sulla mia bagnole rossa insieme a mio figlio Leo e siamo andati a scoprirlo.

Leo nella mia bagnole rossa

Dopo aver attraversato un bellissimo tratto di campagna, siamo giunti in un luogo che definire magico è dir poco.

La sua storia

Costruito come roccaforte nel XIV secolo durante la Guerra dei Cent’anni, nel XV secolo Carrouges divenne una residenza signorile. Un secolo dopo fu aggiunta una torre considerata il primo esempio di architettura rinascimentale in Normandia.

Ristrutturato durante le guerre di religione (bastione ovest), riaffermò il suo ruolo di residenza di prestigio alla fine del XVI secolo, con la costruzione di due ali “classiche” e scale, progettate dall’architetto François Gabriel.

Fu abitato da Caterina de’ Medici

Confesso di essermi emozionata nel camminare sugli stessi pavimenti calpestati da re Luigi XI e Caterina de’ Medici. Abbiamo attraversato le enormi ed eleganti sale che si affacciano sul grande parco esterno, accompagnati da una musica rinascimentale in sottofondo.

La fortezza colpisce per i suoi muri di briques rosa e granito chiaro, i tetti di ardesia grigio-blu che si riflettono nell’acqua dei fossati. Imponente e raffinato, il Castello di Carrouges dà l’impressione di tornare indietro nel tempo.

Avrei voluto restare in quella dimora fiabesca. Dopo la visita ci siamo infatti attardati nel bellissimo cortile interno, prendendo il sole seduti su una delle panchine messe a disposizione dei visitatori. Per qualche istante ci siamo sentiti i nobili inquilini di questo magnifico maniero.

Questo luogo mi ha colpito talmente tanto che ci sono tornata una settimana dopo con mia figlia Sara, giunta in Normandia per qualche giorno di vacanza. È stato bello condividere anche con lei la bellezza di questo sito unico.

Questo è il sito ufficiale del castello 🙂

Mi manchi tanto, Carrouges. A prestissimo!

Elisabetta Malvagna

Giornalista, autrice e blogger, qualche anno fa ho scelto la Normandia come mia seconda Patria. Amo la scrittura, la fotografia e il cinema. Il silenzio e la natura. Non posso vivere senza il caffè, la cioccolata e la musica. Ho fatto un milione di cose nella vita, dalla cronista parlamentare all'inviata musicale, dalla fotografa all'attivista della nascita naturale.

Potrebbe anche interessarti...

Grazie del commento! Annulla risposta