Deauville è la destinazione preferita delle star a nord di Parigi. Non solo per le boutique dei più importanti stilisti del mondo, gli hotel e i ristoranti di lusso, ma anche per le sue spiagge, il festival del Cinema americano e le corse ippiche che richiamano vip, nobili e milionari.

La spiaggia di Deauville

La Promenade des Planches, che costeggia la grande spiaggia di sabbia fine, è punteggiata di cabine con i nomi delle maggiori star americane.

Il Festival del Cinema Americano di Deauville

L’Hotel de Normandie

L’Ippodromo di Deauville

Quella qui sopra non è una foto d’epoca: l’ho scattata qualche tempo fa, quando i miei amici Fabrice e Aurélie, assidui frequentatori dei concorsi ippici, mi hanno portata ad esplorare quello che potrei definire “un mondo a parte”.

Mi ha colpito subito il mix di persone altolocate e gente comune. A Deauville vedi signore con abiti firmati e scarpe da 800 euro accanto a ragazzi e ragazze in jeans e cappellino, o tranquille coppie di pensionati.

Trascorrere una giornata a Deauville durante un concorso è molto divertente e stancante. Bisogna passare continuamente dalla zona in cui vengono mostrati i cavalli in gara a quella riservata al pubblico che assiste alle corse. E non sono vicinissime.

Andare a Deauville con i miei amici è un vero spasso. Venendo da quel mondo, conoscono tutti i nomi dei cavalli e dei loro proprietari. E in quanto habitué, mi hanno fatto entrare con loro nella zona vip, dove servivano tartine al caviale, macarons e champagne.

Ma la cosa più bella è stato il mio battesimo come scommettitrice.
Tra i cavalli in gara ce n’era anche uno chiamato Prince. Il “genietto di Minneapolis” è il mio artista preferito, quindi non potevo non scommettere su di lui. Purtroppo è arrivato secondo. Anche se per un attimo ho pensato di aver vinto: i giudici hanno dovuto stabilire il vincitore con il toto-finish, facendomi restare per un attimo col fiato sospeso.

A Deauville il mare, il lusso, la cultura e i cavalli sono un tutt’uno.

Alla prossima!

Elisabetta Malvagna

Giornalista, autrice e blogger, qualche anno fa ho scelto la Normandia come mia seconda Patria. Amo la scrittura, la fotografia e il cinema. Il silenzio e la natura. Non posso vivere senza il caffè, la cioccolata e la musica. Ho fatto un milione di cose nella vita, dalla cronista parlamentare all'inviata musicale, dalla fotografa all'attivista della nascita naturale.

Potrebbe anche interessarti...

3 commenti

  1. Houlgate è anche una spiaggia bellissima e meno conosciuta….

    1. Elisabetta Malvagna – Giornalista, autrice e blogger, qualche anno fa ho scelto la Normandia come mia seconda Patria. Amo la scrittura, la fotografia e il cinema. Il silenzio e la natura. Non posso vivere senza il caffè, la cioccolata e la musica. Ho fatto un milione di cose nella vita, dalla cronista parlamentare all'inviata musicale, dalla fotografa all'attivista della nascita naturale.

      Si hai perfettamente ragione, la adoro👍

Grazie del commento! Annulla risposta